Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione utente di terze parti. Per accettare la profilazione della navigazione e migliorare la tua esperienza utente leggi l'informativa.


Cookie policy   Accetta i cookies
728 x 90

San Vitaliano, ecco via Liberato Spiezia.. Ma chi era?

San Vitaliano, ecco via Liberato Spiezia.. Ma chi era?

Industriale e Primo cittadino, il comm. Liberato Spiezia ( in foto al centro) è San Vitaliano. Si identifica con questa comunità, la rappresenta, ne è bandiera. 

Il Salumificio sulla sinistra che lo ricorda ogni giorno, la strada accanto che ne porta il nome.

Nato dai sanvitalianesi Salvatore Saverio e Anna Rachele Bianco, produttori di salami, partì per le Americhe dove lavorò in un'industria di trasformazione delle carni. 

Ritornato in patria, diede vita alla INSAM ( Industri Salumi Meridionali), madre del Salumificio Spiezia, miracolo economico e industriale durato fino a pochi giorni fa. Morì nel 1948.

--------------------------

Arricchiamo il ricordo ed il profilo di Liberato Spiezia con le parole di Sabato Limonciello:

 

Liberato Spiezia (03/03/1893 – 24/04/1948) era figlio di Salvatore Saverio e Anna Rachele Bianco, entrambi di San Vitaliano che, per antica tradizione familiare, svolgevano attività di produttori di salumi. Il piccolo Liberato frequentò le scuole locali fino al raggiungimento della maturità tecnica, seguito costantemente dal fratello di suo nonno, lo zio Liberato, proprietario di un fiorente molino e pastificio in Torre Annunziata; fu da questi avviato al lavoro ed insieme raggiunsero l’America dove lo zio esportava la sua pasta. Tra le varie esperienze che il giovane Liberato ebbe, la più significativa fu sicuramente quella acquisita presso una grande industria di trasformazione delle carni, dove apprese tutto il sistema lavorativo, sapendone catturare i più piccoli segreti. Dopo la I guerra mondiale, in coerenza con la nuova fase di trasformazione che stava attraversando l’Italia, Liberato Spiezia nel 1924 costruì l’INSAM (Industria Salumi Meridionli) un moderno ed efficiente stabilimento dotato di macchine all’avanguardia per i tempi correnti e rispettoso delle norme igienico sanitarie. L’industria si mise in luce per la genuinità dei suoi prodotti, conosciuti ed apprezzati nel sud e nel nord Italia, in Europa e in America, dove esportò salumi fino agli anni ’50 quando gli Stati Uniti chiusero praticamente l’importazione dei salumi italiani. Liberato Spiezia fu il primo sindaco di San Vitaliano democraticamente eletto il 27 marzo 1946

300x250

Ultimi articoli

I più letti per Storia E Tradizioni

Categorie