Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione utente di terze parti. Per accettare la profilazione della navigazione e migliorare la tua esperienza utente leggi l'informativa.


Cookie policy   Accetta i cookies
728 x 90

San Vitaliano, al via la nostra campagna contro l'abbandono dei c : Quest'estate facciamo l'inverso!

San Vitaliano, al via la nostra campagna contro l

La 2* edizione della campagna anti abbandono.

Parte la seconda edizione della campagna "E Se Quest'Estate Facessimo il contrario?" contro l’abbandono degli animali domestici durante il periodo estivo promossa da www.SanVitaliano.net e dall'associazione " Amici a 4 zampe" di San Vitaliano. Obiettivo: scoraggiare l'abbandono dei cani che puntualmente aumenta durante i periodi estivi. 

Un cane che abbandona il proprio padrone prima di recarsi in vacanza: gli Attori della campagna ribaltano quanto accade nella realtà. Il cane in primo piano, affacciato al finestrino dell'auto, guarda per l'ultima volta il proprio amico a due zampe. Il padrone, volutamente fuori fuoco in secondo piano, lasciato legato ad un palo in una zona isolata della città, guarda il veicolo allontanarsi. La ciambella gonfiata in mano a sottolineare il clima di partenza estiva. 

 Un messaggio shock che invita alla riflessione. 

Gli attori sono Nerina, piccolo e simpatico schnauzer ( il suo padrone è il veterinario Giuseppe Spiezia di San Vitaliano, membro dell'associazione proponente) e Vitaliano Sasso, Assessore di San Vitaliano, che ringraziamo per la sua sensibilità e disponibilità. 

Qualche tempo fa ci siamo incuriositi da una voce che andava ad insistere sul bilancio del Comune di San Vitaliano e per cui vengono impegnati circa 15.000 euro/annui( dato 2018) : il ricovero dei cani abbandonati a San Vitaliano presso il canile convenzionato di Ottaviano. Nel 2018, sono stati ricoverati mensilmente circa 17 cani.

17 vittime. I loro padroni, non riuscendo più a badar ai propri piccoli amici, hanno pensato bene di abbandonarli. Il Comune se ne prende carico, spalmando il loro sostentamento sulle tasche di ogni cittadino .

Da allora, abbiamo voluto conoscere quei cani, uno ad uno, pubblicando le loro storie e le loro fotografie con l'intento di smuovere le coscienze e nel tentativo di restituir loro la libertà attraverso un'adozione. 

Nonostante le mille campagne,  il fenomeno randagismo ha raggiunto livelli drammatici ed è spesso fuori controllo. Gli enti preposti al monitoraggio e controllo, appunto, sono il Comune e l'ASL di riferimento. 

Inoltre, in Italia, ogni anno si registrano centinaia di incidenti stradali, anche mortali, causati da animali randagi.

Chi abbandona un animale, infatti, non solo abbandona un amico che lo ama incondizionatamente ma commette un reato penale (Legge 20 luglio 2004, n.189), punibile fino a un anno di reclusione, e potrebbe rendersi responsabile di omicidio colposo qualora causasse un incidente stradale mortale.

Ma cosa si può fare se si incontra un cane abbandonato?

Innanzitutto non girare la testa e ignorarlo ma contattare le forze dell’ordine (Polizia stradale/Carabinieri/Polizie locali/Vigili del Fuoco), organi preposti per legge a intervenire.
Nel caso in cui si assista in modo diretto all’abbandono di un animale, è bene prendere il numero di targa da segnalare alle autorità competenti per favorire l’individuazione dei colpevoli.

Idra Group

Ultimi articoli

I più letti per News

Categorie