Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione utente di terze parti. Per accettare la profilazione della navigazione e migliorare la tua esperienza utente leggi l'informativa.


Cookie policy   Accetta i cookies
728 x 90

Immagino Via Ponte delle Tavole ricca di...

Immagino Via Ponte delle Tavole ricca di...

Il sogno del concittadino Angelo Limonciello che ringraziamo per averlo voluto condividere con la sua Comunità

Viaggiando con la fantasia negli ultimi giorni ho pensato che mi piacerebbe se “via Ponte delle Tavole” a San Vitaliano,  cambiasse nome in “via Christopher Paul Gardner” (per chi non lo sapesse è il personaggio interpretato da Will Smith ne “La ricerca della felicità) .

Un uomo che ha lottato per migliorare la sua vita e quella di suo figlio; un uomo che partendo da zero, oggi è diventato un imprenditore statunitense, presidente e proprietario della Christopher Gardner International Holdings.

Chris,non si è mai arreso e ha sempre avuto speranza, grazie alla quale ha trovato la forza d'impegnarsi ed ottenere ciò che si era prefissato.

Esatto, la speranza. Sempre fantasticando ho immaginato che questa strada conducesse ad una zona industriale sanvitalianese, ricca di aziende che contribuiscano all'impiego di tanti giovani concittadini.

Immagino stabilimenti come Amazon, McDonald's, aziende agricole, tessili, metalmeccaniche e chi più ne ha più ne metta.

Immagino centri sportivi, palestre e perché no, anche strutture di formazione. Immagino politicamente, un'amministrazione comunale che aiuti ad investire sulla realizzazione e l'apertura di queste aziende e che obblighi poi, ad assumere concittadini; che non scenda a compromessi.

Immagino che un futuro per il popolo ed il Paese di San Vitaliano, possa esserci. In passato, il Paese è stato arricchito da case, villette e parchi che sono spuntati fuori come funghi. Strutture che hanno arricchito pochi, e non hanno fatto altro che donare residenza a persone, che il Paese non lo vivono, non lo frequentano, ne conoscono minimamente. La colpa non è la loro sia chiaro, ma ora penso che invece ci sia bisogno di investire su progetti che possano garantire una stabilità economica al singolo giovane, al singolo concittadino. 

Io, consapevole di ciò che susciterà la lettura di questo post, ci tengo a precisare che mi sono solo permesso di esprimere su un social un mio “viaggio”, anzi, un mio sogno.

300x250

Ultimi articoli

I più letti per News

Categorie