Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione utente di terze parti. Per accettare la profilazione della navigazione e migliorare la tua esperienza utente leggi l'informativa.


Cookie policy   Accetta i cookies
728 x 90

Dopo quel calvario, ancora senza lapide Giulia e sua madre Maria

Dopo quel calvario, ancora senza lapide Giulia e sua madre Maria

Le segnalazioni : o facciano qualcosa le Autorita' o facciamo una colletta

Era febbraio 2015 quando diverse testate locali e nazionali ne davano notizia.

San Vitaliano si svegliò sotto shock: Giulia, una trentenne locale, si era lanciata nel vuoto dal cavalcavia dell’autostrada Napoli-Caserta-Roma, impattando sull’asfalto.

Il dramma si era consumato sul viadotto in prossimità di via Maddaloni a San Vitaliano

Una storia di dolore alle spalle per la giovane Giulia che era stata adottata da una famiglia residente a San Vitaliano.

Un paio di segnalazioni arrivate in redazione ultimamente denunciano lo stato di abbandono di Giulia e sua madre Maria, posizionate una accanto all'altra, in un abbraccio eterno, nel cimitero di San Vitaliano.

 

Ma due zolle di cemento non danno la giusta dignità alle due concittadine, così le segnalazioni lanciano una appello: "Facciano qualcosa le Autorità altrimenti proveremo ad organizzare una colletta cittadina per dare una lapide ed un lumino a Giulia ed a Maria!"

Sprint Someca

Ultimi articoli

I più letti per News

Categorie